Comunicato Stampa – Una settimana per parlare di diritti, orientamento sessuale e condizione della donna al Festival della Dignità Umana ad Arona e Verbania

 

logo fduCon Martedì 20 prende il via ad Arona il Festival della Dignità Umana sulla tematica delle differenze di genere e di orientamento sessuale. L’organizzazione del Festival ad Arona ha visto impegnate le associazioni locali Vedo Giovane, Consulta Femminile aronese, Partecipazione e Solidarietà, Agedo Verbania, Arcigay Nuovi Colori, Non di solo Pane. Il direttore scientifico della manifestazione è il Professor Giannino Piana.

 

Siamo molto lieti che gli organizzatori del Festival abbiano ritenuto importante trattare anche i temi relativi alle differenze di orientamento sessuale, coinvolgendoci da subito nella fase organizzativa.” – dichiara Elena Broggi, presidente di Agedo Verbania – e continua “Il nostro impegno quotidiano nella prevenzione al bullismo omofobico nelle scuole ci ha fatto capire quanto si debba parlare e riflettere il più possibile su questi temi, anche con le persone interessate e gli esperti, per promuovere una società più inclusiva e accogliente verso ciascuno, indipendentemente dalla propria condizione”. “I diritti per lesbiche e gay sono diritti di tutti.” – dichiara Stefano Salerno, presidente di Arcigay Nuovi Colori – e continua “La base di un paese civile e democratico è fondata sul rispetto, la pari dignità umana e l’eguaglianza di diritti e doveri dei cittadini. Servono momenti come questi per andare oltre ai pregiudizi e accogliere l’altro diverso da sé. Per questo invitiamo tutti ad essere presenti.”

 

I primi quattro appuntamenti riguarderanno i diritti e la condizione di lesbiche, gay e dei loro genitori, con l’intervento della Professoressa Chiara Saraceno la riflessione attraverserà il tema della famiglia per approdare all’ultima serata dedicata alla condizione della donna. Di sicuro interesse la tavola rotonda prevista per la serata del 21 metterà in evidenza come l’assenza di pari diritti e dignità si rifletta sulla vita delle persone omosessuali, sulle famiglie composte da genitori omosessuali, sul rapporto tra omosessualità e fede. Molto coinvolgente sarà la serata del 22 che tratterà il tema, attraverso la proiezione del film “Due volte genitori” e il dibattito con il regista, della scoperta ed elaborazione dei genitori di fronte ad una notizia inaspettata del proprio figlio come l’essere gay o lesbica. Seguirà venerdì 23 a Verbania lo spettacolo teatrale “Nasco Domani” di G. Siniscalco che toccherà tra gli altri temi anche quello dell’omosessualità.

 

Per maggiori informazioni: www.dignitaumana.it. Segue comunicato stampa in pdf con breve descrizione degli appuntamenti.

Comunicato Stampa – Una settiamana per parlare di diritti, orientamento sessuale e condizione della donna al Festival della Dig